Il primo nucleo di centro sportivo lo si deve all'iniziativa e all'impegno dei giovani della "Sportiva" che, già alla fine degli anni cinquanta hanno saputo proporre e condividere questo progetto con l'Amministrazione comunale dell'epoca guidata dal sindaco Leone Giovannini, il qaule, con dedizione, ha saputo dare avvio alla realizzazione del primo campo sportivo in località "Pradel", ai "Grezi", grazie anche all'utilizzo dei "Cantieri scuola".

I primi lavori importanti di ampliamento (siamo a circa metà degli anni sessanta) si ebbero grazie all'intervento dell'esercito che realizzò la spianata con i propri mezzi militari.

Durante l'Amministrazione del sindaco Franzoi Ottavio (primi anni ’80), grazie al lavoro dei tanti volontari del paese, si sono realizzati gli spogliatoi.

Negli anni a seguire (anni ’80 e ’90) l'Amministrazione guidata dal sindaco Dalpiaz Giuseppe ha rinnovato lo slancio per ammodernare il centro con la realizzazione del nuovo campo da calcio così come è ancora attualmente. Notevole in questa fase l’impegno di Mario Formolo.

Con il campo da calcio si sono realizzate: la pista di atletica, la postazione del salto in lungo e del lancio del peso, il campo polivalente, il campo da bocce ed il percorso vita.

Le amministrazioni comunali che poi si sono susseguite negli anni hanno saputo migliorare e arricchire il centro sportivo con nuove strutture e nuovi spazi (il bellissimo sferisterio, il campo da calcio a cinque, il magazzino a servizio del campo da tamburello…).

A Sporminore è così sorto un luogo molto ben attrezzato e adatto agli sportivi e agli appassionati affinché questi possano praticare discipline diverse (calcio, tennis, tamburello, calcio a 5, bocce, ecc.). La vicinanza al bosco e alle vie di passaggio del Dolomiti Brenta bike e del Dolomiti brenta trek ne fanno inoltre un ottimo punto di partenza per gite ed escursioni a piedi o in rampichino.